Reggiseno post operatorio dopo 6 mesi

La terza fase è quella della ripresa. Dopo i 6/12 mesi dall’intervento.

Quando l’operazione è ormai solo un ricordo e le cicatrici sono diventate piccoli inestetismi, è giunto il momento di abbandonare l’intimo tecnico post operazione e di lasciarsi tentare da pizzi e ricami delicati.

La domanda che sorge spontanea è:

reggiseno con ferretto o senza ferretto?

Il dubbio è lecito ma ci teniamo a specificare che non è il ferretto in sé – se in titanio o in silicone – ad irritare la pelle e le ghiandole, quanto un reggiseno della taglia sbagliata. Se infatti la lunetta inferiore del reggiseno non arriva alla fine del seno e non lo avvolge completamente, può causare fastidiose e pericolose irritazioni.

Quindi nella scelta del tuo intimo, non sei obbligata ad utilizzare un reggiseno senza ferretto.

Se hai un espansore o un seno solo potrai sfruttare delle protesi da acquistare nei negozi sanitari oppure delle coppette in silicone da inserire direttamente all’interno dei reggiseni. In questo modo potrai ridurre le differenze tra un seno e l’altro.

Ovviamente per le prime settimane è necessario un reggiseno con funzioni medicali, come questi, per i primi 3 mesi è indispensabile utilizzare un reggiseno tecnico, come abbiamo visto qui e per i 3-4 mesi successivi è consigliato un uso limitato dei reggiseni con ferretto.

Una volta superato questo periodo e sempre sotto consiglio del proprio chirurgo, si può riprendere ad utilizzare i reggiseni con il ferretto.

È tuttavia indispensabile scegliere un reggiseno della taglia corretta e non sottovalutare gli effetti negativi che il reggiseno sbagliato può creare.

Lasciati consigliare da delle persone esperte in questo campo o scopri la tua taglia esatta prima di fare acquisti sbagliati.

Il reggiseno è composto da diversi elementi, come spieghiamo qui, tienine conto quando decidi di comprarne uno nuovo.