Post surgery: come scegliere il reggiseno post operatorio

Post surgery: il reggiseno post operatorio

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno. Per questo abbiamo deciso di farvi scoprire il mondo dei reggiseni post operatori.

Già, perché travolte dalla situazione, si pensa giustamente all’operazione imminente trascurando il post operatorio.

Nel momento in cui l’operazione è finita e puoi tornare a casa, sorge quindi un piccolo dubbio: cosa indosso?

Qual è il reggiseno post operatorio più adatto a me?

Per quanto tempo devo indossarlo?

Quando potrò ricominciare ad indossare i soliti reggiseni?

Rispondiamo a tutte le domande, partendo dallo scoprire come scegliere il reggiseno post operatorio.

Una premessa è doverosa: ascolta i consigli del tuo chirurgo.

Ogni chirurgo ha una propria idea riguardo a quale reggiseno sia meglio indossare. Questo varia dal tipo di operazione che è stata eseguita, dal tipo di seno, dalla durata del post operatorio ecc.

Quindi prima di andare alla ricerca del tuo reggiseno post operatorio chiedi consiglio al tuo medico.

Esistono diversi tipi di reggiseno, ma partiamo dalle caratteristiche che li accomunano tutti e che un reggiseno indossato appena dopo un intervento al seno deve sempre avere.

Il reggiseno post operatorio deve essere:

Comodo

Traspirante

Allacciato davanti

Contenitivo

Senza ferretto

Vediamo nel dettaglio tutte queste caratteristiche.

Perché il reggiseno post operatorio deve essere comodo?

Uscita dall’ospedale avrai le cicatrici ancora fresche e ti sentirai indolenzita. Un reggiseno scomodo può non solo diventare intollerabile ma irritare la pelle in un momento delicato.
I reggiseni post operazione devono essere morbidi ma sostenuti e della taglia corretta per il tipo di seno.

Perché il reggiseno post operatorio deve essere traspirante?

La pelle dopo un intervento chirurgico è molto delicata e i tessuti con cui entra in contatto devono essere traspiranti per evitare irritazioni e infezioni. Sono quindi consigliati tessuti come cotone, modal e viscosa. Meglio evitare fibre sintetiche come pizzi, poliestere o poliammide, almeno per il primo periodo.

Perché il reggiseno post operatorio deve essere allacciato davanti?

L’operazione al seno ha conseguenze anche sulla mobilità delle braccia, che risulteranno dolenti e rigide per qualche tempo. Ecco quindi che il reggiseno aperto davanti è molto più facile da indossare poiché non richiede lo sforzo di dover piegare indietro le braccia per allacciare i gancetti.

Perché il reggiseno post operatorio deve essere contenitivo?

Il seno dopo un intervento va sostenuto e per farlo è necessario utilizzare un reggiseno abbastanza stretto. Come abbiamo detto prima, il reggiseno post intervento deve prima di tutto essere comodo. Quindi mai scegliere un reggiseno troppo stretto; potrebbe avere effetti negativi sulle cicatrici, dove la pelle è maggiormente sensibile.

Per capire qual è il reggiseno giusto è indispensabile provarlo, regolando la circonferenza e scegliendo la profondità della coppa più adatta alle proprie esigenze.

Perché il reggiseno post operatorio deve essere senza ferretto?

Il ferretto è bandito per i primi tre mesi dall’operazione per evitare incongrue impronte, talora anche permanenti, sui tessuti in fase di cicatrizzazione. Ma tieni in considerazione che le cicatrici continuano a rimarginarsi per oltre un anno.
Dopo i primi 3 mesi quindi è possibile indossare saltuariamente reggiseni con ferretto. Sceglili possibilmente con ferretto in titanio o in silicone, rigorosamente della taglia giusta.

Se vuoi dare un occhio ad alcuni modelli che potresti trovare in boutique, sbircia qui.

Ora che sai quale reggiseno post operatorio scegliere, procediamo a sciogliere anche gli altri dubbi.

Dopo l’intervento al seno possiamo dire che esistono varie fasi.

La prima fase è quella che richiede un reggiseno specificatamente post operatorio, con funzioni medicali, come quello che abbiamo descritto prima.

La seconda fase è quella della cicatrizzazione. Da 3 fino a 6 mesi dopo l’operazione la pelle è ancora in fase di riassestamento, per questo è meglio non stimolare troppo i tessuti cicatriziali con ferretti o elementi rigidi.

Se vuoi approfondire meglio l’argomento puoi guardare qui.

Le donne hanno una marcia in più anche quando si trovano ad affrontare momenti difficili, come un tumore al seno.

Gaya Boutique, da sempre accanto alle donne, seleziona accuratamente camicie da notte, pigiami e vestaglie che rendano il soggiorno ospedaliero meno pesante.

Qualunque cosa tu stia cercando, Carla e Alice ti forniranno una consulenza mirata per cercare di soddisfare le tue esigenze.